Kazakistan: la FSM esprime solidarietà alle lotte dei lavoratori della Mangistau Oil

Federazione Sindacale Mondiale (FSM-WFTU) | wftucentral.org
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

20/10/2015

La Federazione Sindacale Mondiale, in rappresentanza di 92 milioni di lavoratori in 126 paesi, esprime la sua solidarietà ai lavoratori petroliferi della regione di Mangistau che stanno lottando per i loro diritti lavorativi, sociali e sindacali. La FSM esprime solidarietà a tutti coloro che si oppongono al taglio delle prestazioni sociali, del salario, ai licenziamenti, come anche a chi lotta contro l’adozione del nuovo codice del lavoro. La vostra lotta non è passata inosservata e sarà attentamente seguita e pienamente sostenuta.

La Federazione Sindacale Mondiale è preoccupata per l’intensificarsi della persecuzione e dell’intimidazione nei confronti dei sindacalisti e per la riapertura del procedimento penale contro il presidente del sindacato della “Oil Construction Company”, che ha avuto inizio in seguito alla raccolta di oltre 33.000 firme di lavoratori di varie compagnie petrolifere e industrie contro l’adozione da parte del parlamento del progetto governativo di Legge sul lavoro e la consegna della petizione all’amministrazione del presidente Nazarbayev ad Astana, il 7 settembre.

L’ingerenza del governo nelle attività sindacali e il tentativo di spaventare i sindacalisti devono fermarsi. Questa intimidazione è l’inizio della nuova repressione che fa opera di prevenzione su eventuali scioperi e proteste, così come una reazione alle dichiarazioni dei lavoratori contro i tagli alle prestazioni sociali, la manomissione dei benefici, i tagli ai salari, i licenziamenti e le violazioni padronali in diverse compagnie, che in precedenza avevano firmato accordi per mantenere la “stabilità sociale e prevenire conflitti sul lavoro”.

La Federazione Sindacale Mondiale si appella al presidente della Repubblica del Kazakistan e al governo con la richiesta che si fermi la persecuzione dei sindacalisti del settore petrolifero, che sia abolita la legge “sui sindacati” e ritirata al nuovo Legge sul lavoro contro i lavoratori adottata dal parlamento.

La Federazione Sindacale Mondiale accoglie anche il vostro desiderio di unirvi in un unico Comitato di coordinamento a rappresentanza democratica, indipendentemente dal sindacato di appartenenza per lo sviluppo di rivendicazioni, tattiche e lotte comuni contro l’arbitrarietà padronale. L’unità d’azione sulla base dei nostri interessi di classe ci rende più forti degli oligarchi e dei governi reazionari.

La famiglia della FSM è aperta, democratica, un’organizzazione sindacale indipendente con orientamento di classe con 70 anni di storia internazionalista e militante. Siamo pronti a fornire solidarietà fraterna e sostegno internazionale alle vostre giuste lotte. Denunciando la politica del governo del Kazakistan, la FSM è aperta a collaborare con i sindacati militanti che siano o meno registrati.

La Segreteria

Fonte: Resistenze.org http://www.resistenze.org/sito/te/pr/mo/prmofl26-017003.htm

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s