Appello per gli attivisti di sinistra e del lavoro per partecipare alle azioni, in occasione del quarto anniversario della fucilazione di lavoratori del petrolio di Zhanaozen

Kazakhstan_Communist_Flag-_Sparkly_Venice
https://vimeo.com/70927344

Compagni! Movimento socialista del Kazakistan e il sindacato dei lavoratori del petrolio “Zhanartu” esorta attivisti di sinistra, operai e forze sociali dei paesi della CSI a prendere parte alle proteste presso le missioni diplomatiche del Kazakistan 16 e il 17 dicembre in occasione del quarto anniversario della fucilazione di lavoratori del petrolio e i residenti di Zhanaozen e Shetpe nella regione di Mangistau.

Quattro anni fa, molte delle truppe di polizia e interni hanno aperto il fuoco sui lavoratori inermi, dei loro familiari e semplici cittadini che si erano riuniti per una protesta pacifica e desiderano adottare una risoluzione di fare appello a tutti i lavoratori del paese per salire a un generale politica sciopero per chiedere le dimissioni di Nazarbayev e del suo governo. A seguito del massacro sono stati uccisi, secondo i partecipanti dello sciopero, più di settanta persone, molte centinaia sono rimaste ferite, e molti altri lavoratori e residenti hanno attraversato gli arresti, le torture e umiliazioni.

Prima di questo, nel novembre 2011, diverse migliaia di membri dei giacimenti di petrolio e società diversa, nella riunione eletti commissione di lavoro. Nella stessa riunione, hanno invitato il personale e tutti i lavoratori a boicottare le elezioni parlamentari sleale, delle sue commissioni e creare nuovi sindacati nelle loro imprese e di unirsi in un unico sindacato e la forma repubblicana proprio partito politico.

Dalla primavera del 2009, i lavoratori del petrolio stanno attivamente hanno avanzato la richiesta nazionalizzazione dell’industria mineraria sotto il controllo operaio. Questa crescita della coscienza politica ha avuto luogo a seguito di otto mesi di quasi continuo sciopero del petrolio, chiedendo il pagamento dei coefficienti settoriali e regionali, il miglioramento delle condizioni di lavoro e la libertà sindacale, ma poi a causa della repressione contro i leader del lavoro e il rifiuto dei datori di lavoro a negoziare che si sono trasferiti in questioni politiche t e slogan.

Anche prima della sparatoria nel settembre 2011 è stato condannato a 6 anni per l’organizzazione di «illegali incontri sindacali» e «incitamento alla discordia sociale» avvocato del sindacato di «Karazhanbasmunay» Natalia Sokolova, e nel mese di agosto nei luoghi di lavoro è stato assassinato attivista sindacale Zhaksylyk Turbaev e figlia del leader sindacale Zhansaule Karabalaeva. Per attivisti sindacali e giornalisti dei media indipendenti commessi attacchi numerosi banditi assunti da datori di lavoro e agenzie di intelligence, e dato fuoco ad alcuni dei leader a casa o nei loro appartamenti condotto perquisizioni illegali.

Di conseguenza, il regime Nazarbayev ha deciso di terrore di massa e della repressione, l’intenzione di affondare un mese-lunga sciopero dei lavoratori petroliferi nel sangue e impedire l’espansione dello sciopero ad altre regioni del paese e delle industrie estrattive. In due studi dei lavoratori e dei residenti di Zhanaozen e Shetpe, accusati di «disordini», 17 partecipanti dello sciopero sono stati condannati a pene che vanno da tre a sette anni.

Successivamente, dopo una campagna di protesta nel luglio 2013 una riunione della Corte Suprema della Repubblica del Kazakistan, con conseguente sei partecipanti sciopero a Zhanaozen, che aveva tre anni di condanne, la pena è stata commutata in una pena sospesa di due anni. In seguito, la pressione è stato trasferito alla colonia di insediamento rimane in custodia compagni. 20 Novembre 2014 è stato rilasciato sulla parola Roza Tuletaeva. In seguito, altri tre di olio e uno di loro si sta svolgendo ora trattamento Maksat Dosmagambetov in connessione con la formazione di tumori cancerosi nelle ossa del viso, che si è sviluppata a causa delle percosse sistematiche e torture durante l’inchiesta, è stato anche rilasciato all’inizio di quest’anno.

Oltre a lavorare presso la pista di repressione erano membri dell’opposizione, mezzi di comunicazione liberi e attivisti dei diritti umani. Leader Così per l’aiuto gli scioperanti a 7,5 anni di carcere è stato condannato per il partito non registrato «Alga» Vladimir Kozlov, che fu accusato di «incitamento alla discordia sociale» nella «creazione di un gruppo organizzato criminale» e chiedendo il rovesciamento del regime esistente. Quindi arrestare il suo partito, ha dichiarato «estremisti», e quindi vietato otto giornali, 23 stazioni televisive e la pubblicazione su Internet di K-Plus e Stan TV. Inoltre, da agosto 2013 al tribunale è stata chiusa per diversi periodi sono 4 pubblicazioni, tra le quali il giornale del Partito Comunista – «La verità del Kazakistan». Al momento, le autorità hanno vietato il Partito Comunista del Kazakistan e per sé.

Nel mese di ottobre 2012 a Zhanaozen ucciso un testimone a chiave – 20 anni, Alexander Bozhenko, ha rifiutato di testimoniare contro i loro ex compagni in tribunale, dicendo che sono stati estratti sotto tortura. A 12 anni, condannato importante attivista per i diritti umani Vadim Kuramshin, che fino a questo fatto in un altro tribunale ha assolto la giuria. Per quanto riguarda i sindacalisti «Kazakhmys» società è anche in pericolo di rappresaglie e anche accusato di «incitamento alla discordia sociale», in «chiedendo uno sciopero illegale.» Co-presidente del Movimento Socialista del Kazakistan e vicepresidente della lavorazione unione «Zhanartu» Ainur Kurmanov più di quattro anni è fuori dal paese a causa della minaccia di arresto e la condanna. 15 Dicembre 2012 contro di lui è stato un tentativo di rapimento a Mosca da parte dei servizi speciali del Kazakistan, che è stato sventato da attivisti di organizzazioni di sinistra.

Il volano della repressione gira solo e Kazakistan, è sempre l’anti-lavoro e campo di allenamento anti-sociale delle riforme è diventato anche un laboratorio per la soppressione e la distruzione dei sindacati, dell’opposizione politica e mezzi di comunicazione liberi. Ora le autorità della adozione del nuovo codice del lavoro, gli attivisti cp stanno progettando di perseguire un lavoro non solo per «incitamento alla discordia sociale» e per «incitamento di sciopero» per «la creazione di illegale sindacale» e «organizzazione illegale scioperi. »All’inizio di quest’anno, sono entrati in vigore Nazarbayev ha firmato una nuova legge« On sindacati », che in realtà distrugge tutti i sindacati indipendenti nel paese e ad eliminare i diritti dei lavoratori di formare le loro associazioni.

Partecipa alla campagna di solidarietà, spendendo 16 e 17 eventi e le attività di dicembre sul ricordo delle vittime dei lavoratori e dei residenti di Zhanaozen! A Mosca su iniziativa di partito Rot-Front, e RCRP 12 dicembre per ospitare eventi dedicati a questa data, l’annuncio di cui verrà data più avanti.

Eterna memoria per gli eroi caduti nella lotta per la causa dei lavoratori!
Assassins of lavoratori e gli abitanti di Zhanaozen – per conto!
Libertà per tutti i prigionieri politici e la piena riabilitazione dei partecipanti dello sciopero!

Movimento socialista Kazakistan
Kazakistan sindacato dei lavoratori del petrolio “Zhanartu”

Fonte: Socialismokz

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s